19 Febbraio 2021
Vigneti, via alle domande per l’aumento delle superfici vitate

Fino al prossimo 31 marzo le aziende vitivinicole hanno la possibilità di inoltrare la domanda per ottenere le autorizzazioni per nuovi impianti, reimpianti viticoli e per la costituzione e l’aggiornamento del Registro informatico pubblico delle autorizzazioni per gli impianti viticoli.

In Lombardia si possono richiedere al massimo 2 ettari con una superficie minima garantita di 2.000 metri quadrati

Coldiretti Bergamo sottolinea che, in seguito dell’emergenza Covid 19, l’Agea ha reso noto che la durata delle autorizzazioni all’impianto o al reimpianto scadute nel 2020 è prorogata fino al 31 dicembre 2021. Inoltre, i produttori in possesso di autorizzazioni per nuovo impianto in scadenza nel 2020 derivanti da assegnazione 2017 non sono passibili delle sanzioni - anche per una quota parte dell'autorizzazione - a condizione che comunichino al Mipaaf e alla Regione competente entro il 28 febbraio 2021 la rinuncia a tale autorizzazione.

Nella Bergamasca sono 700 gli ettari a vigneto, con una produzione totale di 40.000 ettolitri di vino annui di diversa tipologia. Secondo Coldiretti Bergamo, ogni anno si eseguono circa 30 domande, per una richiesta di circa 30 ettari anno, che vanno a tamponare l’abbandono e la perdita in ettari dei vigneti estirpati da aziende senza ricambio generazionale.

 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi